Liquid thoughts

di Nicola Giunta

descrizione Liquid Thoughts (Nicola Giunta’s re:FLEX) – 2009. Totalmente immerso in una massa d’acqua che, al pari del grembo materno, rappresenta la parte più sicura e intima in cui rifugiarsi, apro ed offro allo spettatore una panoramica di pensieri, ricordi, ossessioni e immagini ricorrenti che vanno a formare un ‘tentativo’ di autoritratto ESTREMAMENTE interiore e reale. Pensieri ‘liquidi’ e fluttuanti che incessantemente nascono, muoiono e si rigenerano. Tasselli di una figura riflessa che scorre rinnovandosi continuamente. Nicola Giunta_aprile 2009
postato il 2009-04-15 02:02:03

 

Liquid thoughtsultima modifica: 2009-04-15T15:09:00+00:00da romaeuropawf
Reposta per primo quest’articolo

28 pensieri su “Liquid thoughts

  1. ***

    questo è un messaggio a tutti i finalisti:

    è ricominciata la meravigliosa tattica di dare 1 a random! ovviamente mi pare scontato che i responsabili di questa pratica siano i finalisti, i quali, però, hanno la pretesa di definirsi ARTISTI.
    ebbene, questo accanimento è ridicolo. io invito tutti ad astenersi da simili bassezze e da recuperare un po’ di dignità.
    almeno noi cerchiamo di restare seri.

    giovanni schiavone
    oliodipietra
    http://www.myspace.com/officinaolocausti

    ***

  2. concentrato in meno tempo, sviluppato esclusivamente sott’acqua e tolto il resto avrebbe potuto avere un impatto, una coerenza concettuale e un’atmosfera sospesa grazie anche alla musica che è un punto di forza. Così si perde molto, tra cose già straviste ed pluriutilizzate. questa è la mia idea
    buon lavoro per il futuro 🙂 ciao

  3. musica da spavento malinconica ma da spavento,trasmuta coinvolge ti trasporta quasi oblio ma nn capischo se solo la musica o il video(sarà un mio limite)o più semplicemente sono in perfetta simbiosi.

    Saluti dalla polentonia a voi trucidi e falsi burini

  4. non posso non associarmi, in parte al commento di nenea1. il video è indubbiamente bello, delicato oserei dire, curato e non pretenzioso e la musica è bellissima. ma questa è a tutti gli effetti una competizione mia (?) cara. Tralasciamo inutili polemiche. I meritevoli, forse non qui ma altrove, saranno premiati. bravissimo l’autore e i collaboratori

  5. conosco e seguo da anni nicola giunta, musicista e artista di raffinata delicatezza e inesauribile ispirazione.
    Il video conferma la sempre ottima opinione che ebbi di lui. Grato, uso il mezzo pubblico a fine privato e gli porgo i miei omaggi e saluti
    Antonio Carlotto

  6. le parti filmate sott’acqua sono bellissime. questo video sarebbe stato spledido con quella semplice inquadratura fissa. secondo me ci sono dei pezzi troppo amatoriali, e l’utilizzo dell’ormai abusatissimo mirror è un pò ingenuo. complimenti comunque e tanti auguri

  7. In questo video c’è una vena fanciullesca che mi fa tenerezza. Alla fine, tanta infantile ingenuità finisce quasi per convincere. Anche perché sembra del tutto sincera. Detto questo mi sembra poco videoarte. Molto di più un videoclip. Ma, in fondo, basta con queste categorie! Modesto e discreto, ma onesto.

Lascia un commento