Lastraindrop/lastteardrop extended

Autore Francesco Maddalena

Descrizione versione di 10 minuti di lastraindrop/lastteardrop.

postato il 2009-04-15 02:10:45

http://www.phasecomunicazione.com/lastraindrop_lastteardrop_extended.mp3

Lastraindrop/lastteardrop extendedultima modifica: 2009-04-15T12:50:10+00:00da romaeuropawf
Reposta per primo quest’articolo

23 pensieri su “Lastraindrop/lastteardrop extended

  1. Non mi era piaciuto in prima fase, ora ancora peggio. Scusami del commento negativo ma il tuo brano non fa per me.
    Non ti voto contro per rispetto, non ritengo giusto votare negativamente un lavoro sapendo che comunque dietro c’è tanta passione e ore per realizzarlo al meglio.
    Altri apprezzeranno sicuramente.

  2. Molta ritmica assolutamente ben trattata sia nei livelli che nei toni, non c’è fase melodica e la sospensione è un pò troppo sospesa le variazioni di tema restano sempre soppresse, non è un genere che amo molto, perciò la mia critica è certamente poco influente, ma siccome sento una cura ed una passione assoluta e vivida ho ritenuto di dire un paio di parole anche a te Francesco
    Bravo!

  3. grazie manfredi,
    trovo giuste le osservazioni ma anche nel brano iniziale la melodia era composta da una sola nota e non volevo snaturare l’idea originaria del brano, in relatà credo di averlo snaturato proprio perchè costretto a seguire le indicazioni del contest. Non era sin dall’inizio una traccia che andava ammirata per la sua difficoltà melodica o per la sua complessità, ma magari per l’idea e per la semplicità, assolutamente voluta, che la caratterizza. Cmq mi fà piacere ricevere osservazioni sensate e critiche giuste. grazie.

    per bubba,
    ti ringrazio almeno per aver perso del tempo ad ascoltare una cosa che neanche ti piace, per due volte.

  4. Fin’ora, tra i pezzi che ho ascoltato, questo è senza dubbio quello che apprezzo di più.
    Finalmente una traccia ben assemblata, ricca e soprattutto che ha uno svolgimeno, una narrazione musicale, un inizio e una fine, degna di essere ascoltata tutta d’un fiato.
    Complimenti.
    Daniele

  5. vi ringrazio, ma mi vedo costretto ad una precisazione, visto che i commenti insistono sempre sul medesimo punto. Nella prima versione, non a caso, avevo indicato “virtuosismi di una sola nota”, la parte melodica infatti è composta da reverberi ed effetti(filtri, reverse ecc) su una nota sola che,come un ultima goccia, scivolando su una lastra di vetro riempie il suo volume( last rain drop appunto). nella traccia iniziale il tema dominante era proprio l’aprirsi e l’aumento di volume di una sola, unica, nota. Ritenevo chiusa la proposta nella durata della traccia iniziale di 4 minuti, in quanto esaustiva del concept originario, ovviamente aumentando il tempo le intenzioni non possono essere le stesse(anche se la melodia è composta cmq da un unica nota, proprio per cercare di non snaturare il tema originario) e la traccia prende un altra fisionomia. Non cerco di leggitimarmi, sia chiaro, ma soltanto di spiegarmi, grazie ancora.

Lascia un commento