Get it out

di Daniele Napolitano

Descrizione: Il cielo di Roma appare improvvisamente invaso da sciami di lettere. Sono le parole, i pensieri e le idee dei creativi che popolano la città. Voci che ricercano il proprio spazio e lo trovano in RomaEuropaWebFactory.
postato il 2009-04-15 09:55:36


Get it out
Uploaded by ilovecut


 

Get it outultima modifica: 2009-04-15T20:16:00+00:00da romaeuropawf
Reposta per primo quest’articolo

30 pensieri su “Get it out

  1. Bello, tecnicamente impeccabile.
    A livello di idea però non mi convince troppo perchè lo stile apocalittico, per quanto sia bello di per sè, mi sembra un po’ troppo cupo in questo contesto… Più che essere invitato a partecipare sembra che ReWF, forza mistriosa soprannaturale, mi strappi le parole da dentro con la forza, e quindi non un fluire spontaneo delle parole.
    Per il resto complimenti davvero bravo.

  2. di per sè un buon lavoro, ma vedendo l’altro video ritrovo nelle scelte formali (in particolare “la trovata delle lettere”)una comunanza troppo spiaccicata. In altre parole i due video son troppo simili! Coerenza stilistica e di linguaggio si…ma utilizzare sempre gli stessi elementi no!

  3. @mr-map
    @uenzo
    sarà pur vero che viene ripetuto lo stesso concetto… ma la “coerenza” è alla base di un’idea creativa che viene declinata in una campagna.
    non vorrei insegnare a fare comunicazione, nemmeno ai ragazzi che hanno prodotto questo video (a parer mio efficace come teaser/virale),
    però penso che la “traccia del concorso” richiedeva la realizzazione di un Viral.
    il Viral, usato soprattuto nelle campagne marketing, è solo uno dei tanti elementi prodotti nell’arco di un tempo di promozione T che permettono ad un concetto di essere veicolato, assorbito e memorizzato.
    reputo intelligente aver portato avanti una declinazione di creatività, proprio perchè CREATIVITA’ non significa solo generare idee random ma anche gestire e organizzare un discorso più articolato su un concetto creativo.
    spero di non aver turbato le teorie e i presupposti ideologici riguardo il fare comunicazione di chi ha avuto esperienze diverse dalla mia.

  4. L’idea di lettere svolazzanti non mi è nuova, devo averla vista da qualche altra parte, in qualche spot. Ma siccome non ricordo cosa pubblicizzasse, evidentemente come spot non era granché.
    Invece questo… ti smarchi anche dall’uso del logo ufficiale, cosa che risulta anche più virale perché, non usandone uno, forse alimenti anche una “caccia al tesoro”.
    Hai il mio 5 per questo contest 😀

  5. wow… originale?
    accidenti, non si è mai vista una robba del genere.
    ma cosa criticate il mondo quando il mondo per non esser criticato troppo copia un’altra parte di mondo, credo che per quanto effettivamente, cioe (effetto visivo) sia il solo ad avere una cotal cura della sperimentazione 3d, ma è una cosa che gia esiste perciò io non posso nemmeno tenerla in considerazione per un voto, a meno che gli autori nel intro non avessero scritto, (questa è una copia, liberamente interpretata di un prodotto già in commercio)

  6. Secondo me è figo che continui l’idea del primo spot.
    Usano la stessa idea ma da punti di vista diversi.
    Questo è un virale (bella l’idea di non mettere il logo per creare curiosità) mentre l’atro era proprio uno spot.
    Complimenti.

    P.S. Non vi fermate a vedere solo i primi in classifica, vedeteli tutti!!!

  7. d certo il miglior lavoro tra i finalisti. Spiacente di non esservi riuscito a votare.
    Bello il precedente, bello il fatto che siate riusciti a collegarli in una sorta di racconto.Troppe volte i giovani italiani sono imbavagliati da un sistema che li vuole vuoti automi da consumo. Essere creativi può diventare quindi un modo per uscire dal silenzio e tirare fuori il proprio m Bravi, anche se il pubblico non vi ha votati come meritavate.

Lascia un commento